2° Raduno SKA

17 Luglio 2010-08-01

SEA KAYAK ADVENTURE

…..PAGAIANDO ….PAGAIANDO

2° raduno annuale di kayak da mare

venerdì SMS del presidente: 7:45 del mattino appuntamento a Brucoli per gli ultimi ritocchi organizzativi del 2° raduno SKA

Pulire la spiaggetta,preparare le schede di adesione,guarnire la barca appoggio con acqua fresca e borse frigo,e poi i gadget,il megafono,la targa….e poi…e poi…i panini e le bibite naturalmente!!!!!!

Ormai dopo 1° il mitico raduno 2009 a cui parteciparono 44 canoisti,siamo più esperti e più tranquilli sulla partecipazione e poi quest’anno con il maxi manifesto e la propaganda on-line,periamo di confermare e superare quella straordinaria partecipazione dello scorso anno.

Il caldo e l’afa ci accolgono subito e le belle divise bianche e blu,durano assai poco addossoe già ancora prima delle nove,i più sono già in costume….e così Domenico e Michela che raccolgono le adesioni,trovano un ottimo riparo sotto la tettoia dei “RIZZARI”,con tanto di tavolino.

Arrivano le prime adesioni da fuori città, da Siracusa, da Catania e persino da Trapani, ma poi il raduno diventa internazionale,con l’adesione di tre francesi, a cui cortesemente mettiamo a disposizione dei kayak.

Prima della partenza le adesioni hanno superato abbondantemente i numeri dello scorso anno, siamo addirittura a 57!!!!!!! Anzi 58 con Piero, che ci raggiunge dopo la partenza, anzi 60!!!! Con la partecipazione di Marco e Paola che si aggregano quando stiamo ripartendo da Baia di Arcile .

Che soddisfazione!!! La spiaggetta non riesce a contenere tanti kayak, monoposto, biposto, gialli, rossi, bianchi, azzurri, di tutti i colori e misure, fino al bolide rosso, che sembra lungo 6 metri, che ha portato Giovanni.

E mentre i primi sono già in mare, il Presidente Antonio Stabile, insieme a Rino Catalano e Francesco Mandragona annunciano al megafono il programma e l’itinerario della giornata e ci presentano la presidentessa regionale, a cui consegnamo una targa ricordo e ringraziamo per la partecipazione.

Adesso tutti in mare, prima che il caldo torrido ci stronchi, con quasi 40°C stare a contatto con l’acqua e la cosa più desiderabile.

Si parte in direzione Punta Ponnara e poi si piega verso Baia di Arcile.

Il mare si è un po increspato, si va su e giù sule onde, si rallenta, ci si rimpatta e si va avanti. Quest’anno poi c’e’ pure la barca appoggio, guidata da Antonino, che fornisce acqua fresca per gli assetati, che continuamente l’abbordano per recuperare un bottiglietta di acqua fresca.

Davanti alla GISIRA Diego avvista una pinna, Guglielmo conferma, è una verdesca o un delfino, …. Comunque un pesce di almeno un metro e mezzo!!!

Ora si sfiora lo scoglio della Tartaruga e superate le onde che in quel punto si alzano, ….si sbarca nella splendida Baia di Arcile, nel tratto meno occupato dai bagnanti.

Piaggiati i nostri kayak e tolti rapidamente giubotti e gonnellini, ci molliamo immediatamente in acqua, in cerca di un pò di refrigerio.

La scelta di Arcile non è casuale, con il sole che picchia tosto, i grandi eucalipti sono una delle rare zone d’ombra accessibili dal mare.

La sosta consente ai più valenti di lanciarsi nelle più svariate esibizioni, ma il bagno ha smosso l’appetito e dopo ai primi che non resistono ai richiami della fame, ci lanciamo tutti nella direzione dei gavoni, da cui viene fuori ogni ben di dio.Franco ha persino portato due bottiglie di ottimo vino, che ci gustiamo sdraiati sul prato all’inglese del villaggio di Baia di Arcile, nell’ombra delle sue palme.

Il pranzo è presto consumato e si riparte per un’escursione al Canale di Brucoli.

La foto di Gigi, dall’alto di una delle pareti del fiordo è d’obbligo, perché probabilmente farà parte del nuovo calendario 2011 e nessuno vuole mancare.

Poi si riparte per l’ultimo bagno alla spiaggia di “TRI PUTTUSA” prima di rientrare.

Ma di stare a mollo ci si annoia presto e per concludere in bellezza si improvvisa una esibizione di gruppo: la piramide umana a tre piani!!! Quando il gruppo chiama tutti rispondono e una dozzina si mettono a disposizione, tentando e ritentando.

Dopo le prime rovinose cadute, le risate e le urla di dolore, riusciamo nell’impresa!!! Per almeno due secondi… tutti in piedi su tre livelli! … prima di finire tutti inesorabilmente a mare.

Al rientro nella spiaggetta, a ridosso di Piazza Belvedere, ci aspetta una bella fetta di anguria e tanta buona frutta di stagione, da gustare a conclusione di una calda, lunga movimentata giornata.

E mentre l’Overline prepara uno spazio in piazzetta con l’esposizione dei kayak da mare, il raduno si conclude con la soddisfazione di tuti e con le solenni impegni per i prossimi appuntamenti, cominciare dalla prima notturna estiva del 2010.

E’ andata veramente tutto bene, il che la dice lunga sull’ottima forma della nostra Associazione.

Grazie a tutti di cuore, ai 60 che hanno partecipato ed anche a quelli che non sono potuti venire, perché ci saranno la prossima volta.

Noi ci contiamo

Memmo Garsia

2° Raduno SKAultima modifica: 2010-08-01T15:24:00+02:00da flatron1972
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “2° Raduno SKA

Lascia un commento